martedì 7 febbraio 2017

Il giardino di Leonard e Virginia Woolf a Monk's House


In comune abbiamo certamente la mania per il verde sulle pareti di casa, metà dei miei interni è verde.

Avete presenti le immagini di questo salottino verde che impazzano su Pinterest? Sono gli interni di Monk’s House, la casa di Rodmell di Virginia e Leonard Woolf, dove il giardinaggio non era solo un piacere in sé. Ma anche un modo per rilassarsi dopo una settimana passata a Londra a curare le proprie attività: Virginia, quelle di scrittrice, editrice e figura cardine del gruppo di Bloomsbury; Leonard, quelle di editore, autore e redattore. A Monk’s House, nella casa che affacciava sulle Downs del Sussex, i due potevano distendersi in compagnia di amici, chiacchierare e giocare a bocce.*


La casa, rivestita di assi, vicina alla strada al di là del muro di selce, fu la dimora di falegnami e mugnai fino il 1 luglio 1919 quando fu acquistata all’asta da Leonard Sidney Woolf. Dietro la casa c’è un giardino, curato, vezzeggiato, trasformato da Leonard con Virginia a reggergli la scala, poi da solo, dopo il suicidio di lei nel 1941, aiutato dal  giardiniere Percy Bartholomew e, più tardi, dall’amica Trekkie con la quale diede libero sfogo al sua passione per le piante esotiche.


Dopo un periodo di abbandono la casa divenne proprietà del National Trust nel 1980 che scelse di affittarla affidandone le cure e l’apertura settimanale. L’ultima inquilina di Monk’s House Caroline Zoob ha raccontato per la prima volta la storia del giardino di cui si è occupata insieme al marito per sette anni in un volume ricco di fotografie, schemi delle aiuole, prospetti ricamati e aneddoti: Il giardino di Virginia Woolf - La storia del giardino di Monk’s House.


Fotografie d’epoca, diari, annotazioni ricostruiscono l’immagine del giardino al tempo dei Woolf, un giardino non grande, riparato da muri di selce e siepi di tasso, ornato dalla guglia della vicina chiesa di St. Peter e fonte d’ispirazione per Virginia che ha lavorato alla maggior parte dei suoi romanzi seduta alla scrivania nello studio riparato in un angolo del frutteto. Dell’epoca dei Woolfe restano la suddivisione in stanza, i colori, i profumi, le suggestioni e i ricordi di tante vite che si sono intrecciata a quei 4000 m di terreno.


*Il giardino di Virginia Woolf – La storia del giardino di Monk’s House, Caroline Zoomb, Jacqui Small LLP, Londra, 2013. Fotografie di Caroline Arber. Prefazione di Cecil Woolf (nipote di Leonard e Virginia).
*Fotografie d'epoca ritraggono Virginia e Leonard nel loro giardino a Monk's House (via Pinterest).

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...